sabato 10 settembre 2011

Str+1 = Sorriso


Di tanto in tanto, il destino gioca scherzi piacevoli, che ti lasciano col sorriso sulle labbra molto a lungo.
Ad esempio quest'oggi, mi sono dovuto fermare un'oretta in più a lavoro, lo ammetto, a volte scazza, sopratutto se hai qualcosa da fare, fortunatamente oggi avevo impegni dopo cena, quindi prima arrivavo a casa, meno dovevo correre, ma nulla di importante.
Mentre percorrevo la strada per il ritorno, ordinavo mentalmente le cose da fare per organizzarmi meglio il tempo a mia disposizione, quando in modo del tutto inaspettato, incrocio un mio caro amico che non vedevo né sentivo da tempo, me ne sono sbattuto di quello che avevo appena riorganizzato, mi ha fatto decisamente più piacere passare del tempo in sua compagnia che sbrigare certe inezie.
Bizzarro, un evento che mi stava quasi irritando ( un' ora di ritardo sulla tabella di marcia ) si è trasformato in un avvenimento che mi ha lasciato felice.
Ovvio poi si è corso di più, ma lo si è fatto col sorriso sulle labbra.

lunedì 5 settembre 2011

Domande


Ho la testa piena di punti interrogativi, possibile che non se li ponga nessun'altro?
Possibile che a tutti vada bene una situazione come questa? Che nessuno abbia voglia di svegliarsi dal torpore multimediale e cercare di migliorare la situazione?
Se si osservano i social-network si ha l'impressione di essere sull'orlo di una rivoluzione, alla quale parteciperei volentieri in vero, se guardi la televisione, sembra che ci si preoccupi più della temperatura che della politica, del calcio o delle soubrette.
Ma dove sono finiti gli italiani? Tutti su Fb?
I pochi che vedo interessati al nostro futuro sono blogger che cercano di divulgare notizie ed idee, ma i loro blog non sono frequentati quanto quelli dove si parla di gossip.
Non so più cosa pensare e continuo a pormi delle domande....

mercoledì 24 agosto 2011

schizzi


Gocce di sudore sulla mia pelle, pensieri annebbiati e rabbia in costante crescita.
Pensieri scheggiati da una follia dura e priva di morale.

martedì 9 agosto 2011

1, 2, 3, Stella!!


Lucida follia, chiedere al mio corpo più di quello che la natura mi concede.
La mia mente osa, il mio corpo spesso non raggiunge i traguardi necessari, ma sono felice, perché ogni passo, anche se incerto, mi conduce là dove vorrei essere.

domenica 31 luglio 2011

Maligna sbirciata


Dannata sia quell'ultima sigaretta ed il tempo che deve essere impegnato per la sua durata.
Dannata sia la curiosità.
Dannato il sapere e non credere.
Dannato sia Io per aver generato il male.
Ora desidero solo il torpore di un eccesso, l'agonia del non riuscire, il dolore del non poter fare.
Desidero ciò che non posso avere, un salto in dietro, una batteria scarica, un sms non inviato.
Desidero cancellare un errore, che per quanto lontano, non mi lascia in pace, sempre sul mio capo come una lama in attesa di terminarmi.
Io: Giudice, Giuria, Boia e Reo.
Ricordi che tornano, simili tra loro, come quello che ha ucciso chi mi precedeva, uguale nella forma a quello che mi ha Rigenerato e battezzato.
Io Rigenerato dal mio stesso animo suicida.

lunedì 11 luglio 2011

Addio


Piccola mia, ti sei spenta tra le mie braccia, ho sentito il tuo ultimo respiro, l'ultimo battito del tuo piccolo cuore, mi mancherai tantissimo, mi mancheranno le tue fusa, la tua cordialità, il modo in cui chiedevi il permesso per potermi salire in braccio quando stavo seduto al pc. Sii felice, il luogo dove ora sei è sicuramente migliore di questo.
Ti voglio bene.

domenica 10 luglio 2011

Ameba


Sono uno straccio, mi odio, ancora una volta sono riuscito a dare il peggio di me, ancora una volta ho oltrepassato quel confine tra vita e stupidità.
Il mio corpo è distrutto e la mia mente è devastata, il senso di colpa mi corrode, non riesco a rompere il guscio nel quale mi sono chiuso.
Vorrei sparire, sublimare in una nuvola ed essere spazzato via dal vento. La rabbia interiore non è sopita, è solo talmente delusa da non essere efficace, non mi spinge, non mi aiuta ad alzarmi, è così depressa che mi ancora al pavimento della vergogna.
Come darle torto? Deludo me stesso, deludo le persone a me vicine, sono invecchiato in modo meschino, sono diventato un mostro privo di logica, una bestia che si nutre di carogne, che non caccia, che si nasconde nelle ombre, timorosa di essere divorata da un lombrico.
Inutile ammasso di carne, pauroso e debole.

giovedì 30 giugno 2011

I tempi maturano



Caro Danton, mon ami Danton,

dimmi come si fa la revolution

tra chi mi tira di qua chi di là come fossi

un volano da badminton.

Sai, oh, a furia di tirare, la giacchetta

è diventata un saio!

Non posso stare dietro a tutti i piani

perché non chiami Rachmaninoff?

Guarda!

Un'altra delegazione

sui tetti come il Telegattone

ma dal re nessuna reazione,

come guardare in tele un cartone,

come se niente fosse,

zone rosse, poi come se niente scosse.

Chi fa sciopero della fame ci rimane,

che ci rimane? Sommosse!



Danton, si mette male.

Qui ti vogliono arrestare

e magari t'accoppano dando la colpa alla tromba

delle scale!



E sono cose come questa che fanno perdere la testa.

Ti fanno perdere la testa per farti perdere.

Non perdere la testa, non devi

perdere la testa, non devi

perdere la testa, non devi

perdere, non devi perdere.

Le situazioni come questa ti fanno perdere la testa.

Ti fanno perdere la testa per farti perdere.

Non perdere la testa, non devi

perdere la testa, non devi

perdere la testa, non devi

perdere, non devi perdere.



Contestazioni negli atenei,

cortei, No-qualcosa-Day

ma il re si gratta gli zebedei

più di Tom Hanks in Cast Away,

L'opposizione ha il K-way,

fa più acqua di un Canadair,

all'opposizione io vorrei Joey Ramone:

'Gabba Gabba Hey!'.

Ma vedo leader narcolettici,

si addormentano parlando nei TG.

Col carisma di Ciccio di Nonna Papera

non convinci gli scettici..

Ti incateni al cancello? Ma noo!

Nessuno ti darà una mano!

Senti me, fuggi che

qui ti danno una mano di antiruggine!



Danton, ci danno addosso,

chi informa verrà rimosso.

Cara liberté mi sa che

qui per te non c'è più posto!



E sono cose come questa...



Muoviamoci Danton, selliamo lo stallon,

armiamoci di casse non di cluster bombs,

festanti come bande di bandoneon

saremo noi, Danton, Robin Hood e Little John,

Lennon e Yoko Ono con il rock & roll,

Sancho e Don Chisciotte, Titania ed Oberon.

All'attacco del re che passa con la claque

ammassa i tuoi garçons, Georges Jacques Danton!

lunedì 27 giugno 2011

Aspetto...


Non ho voglia di reagire, sento qualcosa dentro che mi corrode, non riesco a dargli un nome, non riesco a catalogare questa sensazione.
I pensieri nascono, privi di ogni sostegno, privi di un perché, rimbalzano nel mio Io vuoto, si moltiplicano e muoiono.
La mia mente si è spenta, l'energia che mi spinge solitamente in avanti, è quasi esaurita, non la sento più, non la percepisco io o, è veramente debole?
Domande che nascono solo per provare che molte risposte non esistono.
Confuso, ecco, forse è il termine che più si addice al mio stato attuale, questo mi preoccupa.
La preoccupazione deriva dalla sequenza circolare della vita, della mia in particolare: apatia, rabbia, confusione, morte, rigenerazione.
Ad ogni rigenerazione il mio Io si riscrive, cerca di correggere gli errori caratteriali del mio Io precedente, ma così facendo, di norma, finisce per distruggere le basi su cui prima posavo la mia stabilità.
Sono seduto in una stanza buia, la luce entra appena appena, giusto a farmi scorgere i contorni delle cose, vedo i braccioli della sedia su cui sono rannicchiato, una vecchia piattaia, un tavolo con un vaso al centro, un'altra sedia.
Sulla sedia c'è una bomba, la osservo, guardo le lancette muoversi, sento il ticchettio ed aspetto.
Tick, tack, tick, tack, tick, tack tick, tack, tick, tack tick, tack, tick, tack tick, tack, tick, tack tick, tack, tick, tack tick, tack, tick, tack tick, tack, tick, tack tick, tack, tick, tack.
Aspetto....

domenica 5 giugno 2011

Italia





Siamo alle solite, il calcioscommesse, le partite vendute, giocatori privi di morale e tifosi che indignati.
Si parla di inasprimenti delle pene per reati simili, perché pene più severe portano di norma al rispetto delle regole.
Questo è giusto, più è severa la pena, più volte ci pensi prima di fare una cazzata ed andare in contro ad una punizione esemplare.
Ma alla fine della fiera? Analizziamo veramente qual'è il Peccato di questa gente.
Stanno sporcando l'anestetico popolare per eccellenza, qualcuno di voi, spero, si sarà accorto che mano mano che i politici ( tutti, destra, sinistra, centro, sopra e sotto ) fanno porcate, gli appuntamenti calcistici aumentano? Ma sopratutto, possibile che la maggiorparte di quelle persone che scendono indigniate in strada per una partita venduta, non si accorgano che quello che un giocatore, un arbitro o un allenatore è lo stesso comportamento che hanno i politici?
Anche loro vendono e comprano voti, approvano e tengono leggi a Loro favore, perché vedo poche persone manifestare contro i politici?
Premetto, io non sono per la manifestazione in piazza, che spesso lascia il tempo che trova, Loro ci guardano dalla finestra e fanno spallette.
Altro che referendum, cazzo qua co fanno morire di fame per i loro porci comodi, inaspriamo anche le pene per i reati VERAMENTE gravi, un politico che si lascia corrompere, vende ogni singolo cittadino per riempirsi le tasche, il politico che si fa corrompere dovrebbe avere l'ergastolo, il funzionario pubblico, che sia un polizziotto, un vigile urbano o uno delle fiamme gialle, che si lascia corrompere, dai 35 ai 40 anni, senza premio buona condotta o similari.
Questi casi sono uno dei mali del nostro paese, ma tanti e tanti altri ci distruggono, ma non importa, l'importante è che la partita sia stata giocata in modo onesto, del resto non capita che durante gli scrutini delle schede elettorali siano state giudicate nulle per una sbavatura, no no non capita!
Ma andiamo avanti, gli italiani sono sempre i più furbi, è vero, se c'è una legge, c'è un modo per aggirarla, questo è l'italiano.
Usassimo questa intelligenza per non prenderlo in culo ad ogni giro di mano? Provate a pensarci, non ci vuole tanto, basterebbe essere onesti, tutti, prendere e pretendere lo scontrino, la fattura; questo piccolo gesto è già un grande passo, anche se è comodo avere un 20% di sconto per non aver preteso la fattura, ma pensate che chi ve lo propone no nsolo non paga quel 20% in più di tasse, in realtà lui su quella cifra ne guadagna ancora un buon 48/50% lo sapevate? Più o meno è quello che pretende ancora lo stato su un guadagno, per essere pratici su 120€, 20€ sono di I.V.A., dei restanti 100€ 48/50€ sono ancora pretesi dallo stato, voi avete risparmiato 20€ ma avete contribuito a rubare 65/70€ allo stato, cioè a voi stessi, la prossima volta che un buco sulla strada vi rovina la macchina... pensateci, e provate a moltiplicare quei 70€ euro per ogni italiano che non si fa fare la fattura per risparmiare 20€, pensateci ogni volta che pagate un tiket un po' salato.
Il calcio è lo specchio degli italiani... corrotto, da sempre, ma basta fare spallette.
Io sputo e poco posso fare da solo ma uniti... forse...

domenica 22 maggio 2011

martedì 17 maggio 2011

mail per l' assitenza clienti


Gentile cliente,
prima di far rientrare il suo prodotto è necessario capire come si comporta in un altro computer e/o con un collegamento USB tramite un box esterno.
Le indico di fare queste prove al fine di evitarle il fastidio del reso e le eventuali spese a suo carico nel caso di “reso non difettoso”.
Resto in attesa di un suo riscontro e le ricordo che sono a disposizione per qualsiasi ulteriore informazione.
Buona giornata.



Nel frattempo le spiego i passaggi effettuati, eseguirò in settimana altri test, comunque ecco quanto è accaduto e quanto ho fatto:
1° installo l'unità nel pc. lo avvio e il mio s.o. ( ubuntu ) non rivela l'unità, poco probabile ma do la colpa al s.o. quindi riavvio
2° HDD viene rilevato con successo, eseguo quindi una bipartizione e riavvio
3° al momento destinato alla selezione della partizione per l'installazione del nuovo s.o. sul nuovo supporto questo non viene rilevato.
4° per sicurezza ( visto che l'hdd che usavo prima era agli sgoccioli ) installo il secordo disco preso da voi, il samsung da 1 Tb
5° riavvio e salvo i dati dal vecchio disco a quello da 1 Tb ( mentre nuovamente il WD non viene rilevato )
6° finito lo spostamento dei dati posso tornare a preoccuparmi dell'installazione s.o.
7° l'hdd vecchio che era agli sgoccioli muore definitivamente.
8° sul canale sata 1 c'è il wd e sul 2° il samsung
9° avvio l'installazione ( normalmente mi mostra il primo disco disponibile)
10° ad installazione avvenuta ( costata della formattazione del disco stesso ) mi accorgo che il WD in oggetto non è stato rilevato.
11° perdo la voce a forza di bestemmiare per la perdita di 400 Gb di file e circa 200 di questi erano lavori eseguiti e gelosamente custoditi per anni.
12° inizio a cambiare cavi e posizioni ai supporti per ottenere sempre lo stesso risultato: non importa dove venga collegate né con che cavo venga collegato il WD si attiva a caso, senza una precisa logica.
13° vi contatto per segnalare il problema.
14° Compro e dico compro il s.o. della microsoft ( il che mi da i conati di vomito ) ma il tool per verificare l'hdd gira solo su quella piattaforma
15° capisco che l'hdd se e dico se parte funziona benissimo, non ha il minimo difetto una volta che riesce ad avviarsi.
16° inizio a telefonare ad amici e parenti per vedere se qualcuno ha del tempo e la voglia di prestarmi il suo pc perché io devo provare se un hdd difettoso funziona al 100% lontano da casa....
17° aspetto la risposta da amici e parenti guardando su ebay o altri siti dove possa comprare un box esterno...


Ora dimmi sinceramente ( e scusa se inizio a sembrare arrogante ) ma tu quando compri una macchina, non ti aspetti di salire e girata la chiave, sentire il rombo del motore?
O tranquillamente stai lì a fare prove su prove con la chiave esultando poi per le eccezionali prestazioni delle volte che riesci a metterla in moto? Cosa diresti al meccanico che ti pone la domanda " ma a spinta accende? "



Questo è quanto ho appena inviato.

lunedì 2 maggio 2011

Strano ricordo


Non sono morto... o almeno, non ancora.
Passo le giornate a sognare, vago con la mente mentre lavoro come un pazzo, ultimamente il lavoro sembra un'ancora per tirare avanti, anche se, spesso mi fa salire il nervoso oltre ogni umana immaginazione.
Quest'oggi, mentre ero chino sotto la macchina che mi occupa la vita un ricordo ha preso il sopravvento, ricordo quella scrivania, laccata bianca, ricordo la moquette, blu e molto pulita, il suono del televisore nell'altra stanza, quella che avevo lasciato di corsa per andare ad infilarmi sotto la scrivania.
Avevo forse 13 o 12 anni, all'epoca frequentavo un mio coetaneo benestante, ovviamente i suoi non cedevano di buon occhio un piccolo pezzente come me, e non volevano ch'io e... chiamiamolo Simone, andassimo a giocare o a girare in bicicletta assieme, ma l'amicizia di 2 bambini è difficile da piegare, frequentavamo la stessa scuola media, avevamo un hobby in comune e quindi riuscivamo sempre ad organizzare qualche fuga, nascondendo la sua bici nella mia legnaia per andare a fare una merenda assieme ( guai se sua madre avesse scoperto che lui mangiava dell'ottimo salame ).
Ma torniamo al ricordo: ero lì nascosto sotto la scrivania, perché sua madre era rincasata anticipatamente per prendere alcune cose, sentimmo l'ascensore e di tutta fretta ritirammo le patatine, le noccioline, spegnemmo il videoregistratore, ( stavamo guardando un film proibito " Caccia a ottobre rosso " ) raccolsi le mie "ciaraffe" ed andai a nascondermi, sua madre lo rimproverò per non so quale pelucco del tappeto fuori posto, proseguì con altri mille rimproveri per qualche minuto.
Poi quando stava per uscire... cambia direzione entra nella stanza, il mio cuore batteva così forte che temevo lo sentisse, poi tutto ad un tratto...
un urlo agghiacciante, seguito dal mio nome, mi aveva sgamato in pieno.
Un'altra punizione al figlio e una visita ai miei genitori, fortunatamente non sono mai stati stronzi o atti ad incolparmi per le turbe degli estranei, ricordo che risero per un bel pezzo, anche dopo avermi comunque dato la giusta punizione, non è bello intrufularsi in casa d'altri, anche se l'invito l'avevo ricevuto, ma ovviamente non era valido, visto il divieto imposto dagli adulti.
Passò una settimana prima che potessimo tornare a farci i nostri Km in bicicletta, per altro la mia era una delle sue in disuso, misteriosamente sparita dalla sua soffitta e finita sulle scale di casa mia.
Chissà che fine ha fatto, dopo le medie io andai a lavorare, lui proseguì gli studi, si trasferirono ed io seppi pochissime cose sulla sua vita, so che ora è un medico di tutto rispetto, so che ha perso suo padre ( e non ho potuto neppure fargli el mie condoglianze ).
Eravamo inseparabili....
Le cose cambiano, cambiano sempre.

mercoledì 6 aprile 2011

Houchou Hasami Cutter Knife Dosu Kiri






Avevo voglia di sentire qualcosa di particolare.
Questo è uno dei gruppi che ultimamente ha riempito le mie orecchie.

sabato 2 aprile 2011

Gocce di rabbia


Sono giorni, forse settimane che progetto post.
Sul lavoro, mentre guido, quando mi capita di sentire una frase che fa scattare la scintilla creativa.
Giorni a pensare, arrovellarmi su frasi da usare per far capire al meglio le mie idee ed il mio punto di vista.
Ma ora, ora sono troppo incazzato, mi sento preso per il culo in modo spettacolare, mi domando " Chi cazzo me lo fa fare? Perché mi devo sentire in colpa, quando per colpa della mancanza di denaro e per esaurimento delle forze psicofisiche, non sono dove avrei vol/dovuto essere? " per poi ricevere telefonate che rafforzano il pensiero " sono solo un optional ".
Grido VAFFANCULO!!!!
Ho lo stomaco rigirato dal nervosismo, le mani mi tremano e spaccherei la faccia a chiunque mi si pari innanzi ora, e, con fare maligno aspetto il venditore porta a porta che suoni il mio campanello. Cazzo, credo sia una conseguenza del gran giramento di palle che mi gira la testa ( o forse perché sono una testa di cazzo ).
Resta il fatto che sto scrivendo con rabbia per evitare di distruggere qualcosa fisicamente ( visto che moralmente questo post è di per sé una bomba in un asilo ).
Ma fanculo, fanculo, FANCULO!

domenica 13 marzo 2011

Annullamento di una bestemmia o blasfemia?


Dopo aver a lungo riflettuto, sono giunto ad una sconcertante conclusione, ma ve ne indico il tragitto.
Seguendo i testi sacri, leggendoli attentamente si può notare che, mai, in nessun caso si citano i genitori di Dio, Lui è Padre, Il Padre, ma non ha né una madre né un padre.
Quindi la frase da molti considerata bestemmia, in realtà non lo è.
Dio Bastardo è un dato di fatto e non una bestemmia.
Sarò blasfemo ma da che mondo è mondo 2+2 fa 4.

venerdì 25 febbraio 2011

Dio


Un giorno smetterò di bestemmiare, quello sarà il giorno in cui smetterò di credere in Dio!

domenica 13 febbraio 2011

Poi a uno non dovrebbero girare i coglioni....



Spesso le cose non si sanno, semplicemente si ignorano, meglio far girare quello che si apprende per far togliere le maschere, per aprire gli occhi....

lunedì 7 febbraio 2011

Musica

Tutti, chi più chi meno, hanno una colonna musicale nella propria vita, la playlist che modificavo ogni tanto mi serviva a condividere la mia O.S.T., ma ultimamente, il sito al quale mi appoggiavo per questo servizio, pare si diverta a prendere per il 16, ti mette una lunga lista di versioni della canzone che stai cercando, ma su 42 versioni, solo quella suonata da bambini ubriachi e ripresa con un telefonino è l'unica che ti lascia mettere in lista, quindi basta fare pubblicità per servizi scadenti o atti all'istigazione di ulcere fulminanti.
Quindi di tanto in tanto, vi proporrò un video integrandolo al post, sempre ammesso che anche questo non venga poi bloccato e bla bla bla.
Questa è una canzone che ultimamente mi piace parecchio, non so bene perché in effetti, ma mi piace, punto e basta, quando una canzone ti piace è come quando lo sguardo ti cade inspiegabilmente su un particolare di un oggetto che ti piace senza motivo, come quando sai una cosa senza saperla, come quando sogni anche se non stai dormendo, accade.

Buon ascolto.

sabato 29 gennaio 2011

Macedonia


Nascere è come essere messi a sedere in una cucina, piena zeppa di ingredienti, tutti vogliono fare una bella macedonia, tutti conoscono gli ingredienti.
La macedonia finale, il risultato di tutta la vita sarà poi giudicato da chi resta.
Gli ingredienti, che tutti abbiamo a disposizione, saranno miscelati a seconda di quello che ci influenza, qualcuno metterà più zucchero, altri eccederanno con il limone, qualcuno, spinto da eventi esterni, aggiungerà del peperoncino, altri un cucchiaio di gelato o di cioccolato, qualcuno saprà valorizzare il gusto insipido dei licis, ma alla fine, tutti abbiamo gli stessi ingredienti, è la ricetta che cambia ed ognuno ha la sua, dettata dal proprio gusto, che viene influenzato da fattori esterni e non ereditari, mia madre fa un ottima macedonia, la mia è una merda.
Ora mangiamo le altrui macedonie, ed in base al nostro gusto personale facciamo degli apprezzamenti, scegliamo quella che ci soddisfa, la preferiamo, schiviamo o limitiamo quelle che non ci piacciono.
Non esiste macedonia perfetta in assoluto, quindi mescola i tuoi ingredienti, e fammi assaggiare, io mescolo i miei e te la porgerò, se poi ti risulta indigesta non mangerai più alla mia tavola, altrettanto farò io.
Ecco cos'è la vita: una scodella piena di personalità.

giovedì 13 gennaio 2011

quando le menti dormono


A qualcuno questa utilitaria non dice nulla....
Ma ai più informati dice: una donna di 76 anni frena in autostrada per una coda e viene tamponata...
La velocità dell'utilitaria nella foto era di solo 100 Km/h ed alla sua guida c'era una persona veramente attenta, tutti coloro che hanno nella vita tamponato la macchina che li precedeva, sanno che basta poco, una piccola distrazione, ed ecco il danno.
Questa volta l'autista ne è uscito illeso, per fortuna di tutti.
Non si augura mai il male a nessuno, ma in questo caso, quell'autista.... ora che sta bene ed è dato certo sia in salute un vaffanculo testa di cazzo ci sta bene.
L'autista in questione è sulla bocca di tutti in questi giorni.
Credo sia lo stronzo più sfacciato della storia contemporanea...
NO no ragazzi non è il famoso nano pelato, ma in qualche modo anche lui è presente nell'incubo che sta facendo girare le mie palle.
Alla guida del bolide c'era Marchionne, sì proprio lui, quello che fa votare dicendo se è sì ok siete i miei schiavi e me ne sbatto di voi, se è no, vi fottete ed io faccio il cazzo che mi pare, mentre voi andate a vendere il culo per pagare i vostri merdosi mutui e mantenere quelle fogne dei vostri figli.
Dunque la votazione è la seguente:
scelta A, usiamo almeno la vasellina
scelta B, burro e sabbia.
Non so voi, ma per un attimo ho sognato di avere dei poteri, di poterlo prendere da una parte e dirgli: "Sai, l'Italia ha messo molti soldi in quel pozzo che stai cercando di tirare su, e, gli italiani sanno quanto sia importante quello schifo di azienda, quante bocche sfama, quante aziende satellite unge, per questo ogni volta che sono stati scaricati nel cesso soldoni su soldoni ha taciuto, perché alla fine quel cesso fa bene all'Italia!"
per poi proseguire dicendo ancora: "Il tuo ricatto da mafioso di merda ficcatelo in culo, se tu chiudi quello stabilimento, se provi ad uscire da questo paese, preparati ad essere arrestato, e se la legge non mi permette di metterti in una stanza grigia 3 metri per 2, augurati di non occuparne una di 2 metri per 1, in legno."
e qua entra in gioco il pelato che sbotta con la più grossa puttanata che una persona senza cervello potesse mai dire.... " Sarebbe un male se gli operai non si mettessero subito il burro e la sabbia nel culo "
Cazzo che paese l'Italia....
Ma continuiamo a manifestare se un calciatore sta in panchina... è più importante.

mercoledì 5 gennaio 2011

Sentire o ascoltare?


Quante volte mi hai guardato?
Quante volte mi hai letto veramente?
dico veramente... non con la superficialità con cui annuisci quando senti o leggi altri...
parlo di me, dico ME!!!
Non è che mi voglia mettere sopra ad altri... è solo che a volte, guardandomi attorno non vedo molte alternative ad un silenzio di comodo.
Mi spiego: vomitare lettere su una tastiera per poi riversarle su un post anonimo di un blog qualunque non è esprimersi, non voglio usare termini interminabili per esprimere un concetto, quello che chiedo; tutto quello che chiedo è: entra nella mia mente, lo puoi fare facilmente, è semplice, ascolta!!!
ASCOLTA!!!!
Cazzo, dico, è la natura: una bocca/due orecchie... 1/2 bisogna parlare la metà di quello che si ascolta, è naturale...
io non sempre ci riesco, non che non sia interessato alle tue argomentazioni... è solo che i miei neuroni non sono sufficienti, cerca di capire, devono gestire il mio super ego non possono spendere energie per curarmi anche di te....
Questa è la realtà:
IO
Cazzo sembra che il mondo intero giri su queste 2 lettere: I O.
Gli americani ( risparmiatori per eccellenza ) ne usano una sola : I!
Loro sì che risparmiano...
Ma alla fine tutto si riduce ad un: Io so come sono, Io so ( o credo ) chi sono, Io sono, Io ho.
Ma bimbi e bimbe belle: ricordate una cosa, una cosa importante: voi siete solo in correlazione di chi/cosa sono gli altri.
Io sono cattivo rispetto a Gandi ( Dio l'abbia in gloria )
Io Sono un agnellino rispetto a Hitler ( Dio possa chiudere un occhio )
IO sono 0, sono 0 rispetto a chi spreca anche solo un secondo per darmi retta.
Io sono, un non.
Io non sono; Voi siete, io altro non faccio che adattarmi, ma spetta a voi; voi che vivete il mondo, voi che avete amici ( e Dio ve ne scampi se non sono veri ) voi, che riuscite a farcire le altrui orecchie senza usare una goccia del vostro vero io.
Voi, che da tempo avete smesso di ascoltare.
Io sono 0!
Io sono 0!
Io sono 0!
Io sono 0!
Io sono 0!
Io sono 0!
Io sono 0!
Io sono 0!
Io sono 0!
Io sono 0!
Ecco i miei 10 comandamenti.
Vi ricordo: chi tace,acconsente.... questo è comodo, ma spesso;
Chi tace... ascolta e, chi ascolta apprende!







Questo post è stato scritto in stato di ebrezza, quindi non è veritiero: chi sostiene "in vino veritas" non mi conosce.