domenica 22 maggio 2011

martedì 17 maggio 2011

mail per l' assitenza clienti


Gentile cliente,
prima di far rientrare il suo prodotto è necessario capire come si comporta in un altro computer e/o con un collegamento USB tramite un box esterno.
Le indico di fare queste prove al fine di evitarle il fastidio del reso e le eventuali spese a suo carico nel caso di “reso non difettoso”.
Resto in attesa di un suo riscontro e le ricordo che sono a disposizione per qualsiasi ulteriore informazione.
Buona giornata.



Nel frattempo le spiego i passaggi effettuati, eseguirò in settimana altri test, comunque ecco quanto è accaduto e quanto ho fatto:
1° installo l'unità nel pc. lo avvio e il mio s.o. ( ubuntu ) non rivela l'unità, poco probabile ma do la colpa al s.o. quindi riavvio
2° HDD viene rilevato con successo, eseguo quindi una bipartizione e riavvio
3° al momento destinato alla selezione della partizione per l'installazione del nuovo s.o. sul nuovo supporto questo non viene rilevato.
4° per sicurezza ( visto che l'hdd che usavo prima era agli sgoccioli ) installo il secordo disco preso da voi, il samsung da 1 Tb
5° riavvio e salvo i dati dal vecchio disco a quello da 1 Tb ( mentre nuovamente il WD non viene rilevato )
6° finito lo spostamento dei dati posso tornare a preoccuparmi dell'installazione s.o.
7° l'hdd vecchio che era agli sgoccioli muore definitivamente.
8° sul canale sata 1 c'è il wd e sul 2° il samsung
9° avvio l'installazione ( normalmente mi mostra il primo disco disponibile)
10° ad installazione avvenuta ( costata della formattazione del disco stesso ) mi accorgo che il WD in oggetto non è stato rilevato.
11° perdo la voce a forza di bestemmiare per la perdita di 400 Gb di file e circa 200 di questi erano lavori eseguiti e gelosamente custoditi per anni.
12° inizio a cambiare cavi e posizioni ai supporti per ottenere sempre lo stesso risultato: non importa dove venga collegate né con che cavo venga collegato il WD si attiva a caso, senza una precisa logica.
13° vi contatto per segnalare il problema.
14° Compro e dico compro il s.o. della microsoft ( il che mi da i conati di vomito ) ma il tool per verificare l'hdd gira solo su quella piattaforma
15° capisco che l'hdd se e dico se parte funziona benissimo, non ha il minimo difetto una volta che riesce ad avviarsi.
16° inizio a telefonare ad amici e parenti per vedere se qualcuno ha del tempo e la voglia di prestarmi il suo pc perché io devo provare se un hdd difettoso funziona al 100% lontano da casa....
17° aspetto la risposta da amici e parenti guardando su ebay o altri siti dove possa comprare un box esterno...


Ora dimmi sinceramente ( e scusa se inizio a sembrare arrogante ) ma tu quando compri una macchina, non ti aspetti di salire e girata la chiave, sentire il rombo del motore?
O tranquillamente stai lì a fare prove su prove con la chiave esultando poi per le eccezionali prestazioni delle volte che riesci a metterla in moto? Cosa diresti al meccanico che ti pone la domanda " ma a spinta accende? "



Questo è quanto ho appena inviato.

lunedì 2 maggio 2011

Strano ricordo


Non sono morto... o almeno, non ancora.
Passo le giornate a sognare, vago con la mente mentre lavoro come un pazzo, ultimamente il lavoro sembra un'ancora per tirare avanti, anche se, spesso mi fa salire il nervoso oltre ogni umana immaginazione.
Quest'oggi, mentre ero chino sotto la macchina che mi occupa la vita un ricordo ha preso il sopravvento, ricordo quella scrivania, laccata bianca, ricordo la moquette, blu e molto pulita, il suono del televisore nell'altra stanza, quella che avevo lasciato di corsa per andare ad infilarmi sotto la scrivania.
Avevo forse 13 o 12 anni, all'epoca frequentavo un mio coetaneo benestante, ovviamente i suoi non cedevano di buon occhio un piccolo pezzente come me, e non volevano ch'io e... chiamiamolo Simone, andassimo a giocare o a girare in bicicletta assieme, ma l'amicizia di 2 bambini è difficile da piegare, frequentavamo la stessa scuola media, avevamo un hobby in comune e quindi riuscivamo sempre ad organizzare qualche fuga, nascondendo la sua bici nella mia legnaia per andare a fare una merenda assieme ( guai se sua madre avesse scoperto che lui mangiava dell'ottimo salame ).
Ma torniamo al ricordo: ero lì nascosto sotto la scrivania, perché sua madre era rincasata anticipatamente per prendere alcune cose, sentimmo l'ascensore e di tutta fretta ritirammo le patatine, le noccioline, spegnemmo il videoregistratore, ( stavamo guardando un film proibito " Caccia a ottobre rosso " ) raccolsi le mie "ciaraffe" ed andai a nascondermi, sua madre lo rimproverò per non so quale pelucco del tappeto fuori posto, proseguì con altri mille rimproveri per qualche minuto.
Poi quando stava per uscire... cambia direzione entra nella stanza, il mio cuore batteva così forte che temevo lo sentisse, poi tutto ad un tratto...
un urlo agghiacciante, seguito dal mio nome, mi aveva sgamato in pieno.
Un'altra punizione al figlio e una visita ai miei genitori, fortunatamente non sono mai stati stronzi o atti ad incolparmi per le turbe degli estranei, ricordo che risero per un bel pezzo, anche dopo avermi comunque dato la giusta punizione, non è bello intrufularsi in casa d'altri, anche se l'invito l'avevo ricevuto, ma ovviamente non era valido, visto il divieto imposto dagli adulti.
Passò una settimana prima che potessimo tornare a farci i nostri Km in bicicletta, per altro la mia era una delle sue in disuso, misteriosamente sparita dalla sua soffitta e finita sulle scale di casa mia.
Chissà che fine ha fatto, dopo le medie io andai a lavorare, lui proseguì gli studi, si trasferirono ed io seppi pochissime cose sulla sua vita, so che ora è un medico di tutto rispetto, so che ha perso suo padre ( e non ho potuto neppure fargli el mie condoglianze ).
Eravamo inseparabili....
Le cose cambiano, cambiano sempre.