domenica 10 gennaio 2010

Dubbi riflessi


Gli errori si fanno.
Questo è un dato di fatto. Spesso il nostro lato oscuro prende il comando, genera situazioni non conformi, ci lincia, ma noi cerchiamo di rientrare in carregiata.
Quando siamo fermamente convinti di aver superato la fase critica, qualcosa accade, una frase, una figura che ci si ripropone davanti agli occhi, e, nuovamente siamo spaventati, quando i nostri errori corrompono le anime altrui, quando qualcuno ha assistito, a volte impotente, a volte complice, quando il suo sguardo si posa su di noi sentiamo la vergogna, sentiamo lo strazio della nostra anima che grida in noi.
Le lacrime ricompaiono sui nostri occhi, la rabbia cresce con la ferma determinazione di smembrare la nostra fragile esistenza.
Siamo pupazzi senza controllo su noi stessi, agiamo senza pensieri per non darci colpa di quello che facciamo, la mente ci prende in giro più volte di quante in nostro cuore batta.

3 commenti:

Amore_immaginato ha detto...

l'incapacità di essere onesti almeno con se stessi...

Rigenerato ha detto...

Essere onesti con noi stessi richiede il conoscersi realmente... quanti sono sicuri di conoscere il proprio Io vero, in tutte le sue forme?

Amore_immaginato ha detto...

sparito di nuovo...